Revisione semestrale: cancellazione irreperibili

La cancellazione dalle liste elettorali degli irreperibili avviene con la revisione semestrale. A tal riguardo chiediamo se un cittadino cancellato dall’anagrafe per irreperibilità successivamente al termine per l’inserimento nell’elenco di cui all’art. 16 del D.P.R. 223/1967 (quindi dopo rispettivamente il 10 aprile e il 10 ottobre) relativo alla seconda fase della revisione semestrale delle liste elettorali, può essere cancellato durante la terza fase della stessa revisione semestrale o la sua cancellazione deve essere rimandata alla revisione semestrale successiva?


In riferimento alla questione si evidenzia che, a differenza di quanto avviene nelle revisioni dinamiche, l’Ufficiale elettorale durante le revisioni semestrali opera in fase propositiva entro il 10 aprile e il 10 ottobre di ogni anno. La fase deliberativa/decisionale spetta alla Commissione elettorale circondariale, la quale poi comunicherà al Comune l’approvazione degli elenchi e le relative  variazioni  da  effettuare sull’esemplare delle liste.

L’Ufficiale elettorale non può modificare quello che ha deliberato la Commissione elettorale circondariale. L’art. 30 del DPR 223/1967 dice: “Nei dieci giorni successivi l’Ufficiale elettorale apporta, in conformità degli elenchi approvati, le conseguenti variazioni alle liste generali, aggiungendo i nomi compresi nell’elenco dei nuovi iscritti  ed  eliminando  i  nomi  di quelli compresi nell’elenco dei cancellati.”

Anche la circolare del Ministero dell’Interno n. 2600/L del 1.02.1986 ci ricorda che: “Le decisioni della Commissione elettorale mandamentale (ora circondariale) sono vincolanti per la Commissione elettorale comunale (ora Ufficiale elettorale), che è tenuta ad apportare alle liste le variazioni disposte”.

Pertanto, nel caso specifico, la cancellazione dalle liste deve essere rimandata alla revisione semestrale del semestre successivo.