Verifica dati AIRE

Entro il 31 dicembre i Comuni dovranno provvedere ad effettuare gli adempimenti necessari per la corretta formazione dell’Elenco aggiornato dei cittadini italiani residenti all’estero, finalizzato alla predisposizione delle liste elettorali. È quanto prevede la circolare del Ministero dell’Interno n. 116 del 18 novembre 2022.

In particolare, prima di procedere alla produzione dell’Elenco, tutti i Comuni dovranno provvedere alla verifica di alcune posizioni anomale presenti nelle proprie banche dati. Queste posizioni sono verificabili sulla base di appositi elenchi predisposti dal Ministero, scaricabili accedendo all’applicazione Web di ANPR. Inoltre, ai fini della corretta formazione dell’Elenco, tutti i Comuni dovranno effettuare i seguenti adempimenti:

– verificare l’esattezza e la completezza dei dati relativi ai cittadini italiani residenti all’estero, anche con riferimento al dato relativo all’indirizzo estero, per evitare l’inserimento nel suddetto elenco di dati non corretti o incompleti;

– procedere tempestivamente alla trattazione delle comunicazioni degli uffici consolari (iscrizione, variazione, cancellazione) per evitare disallineamenti con i dati contenuti negli schedari consolari;

– effettuare la cancellazione delle posizioni duplicate e degli ultracentenari, per i quali non sia stata fornita la prova di esistenza in vita;

– valorizzare il campo “Posizione elettore” (elettore, non iscritto nelle liste elettorali, perdita del diritto di voto).

Il corretto utilizzo del campo relativo al diritto di voto (elettore, non iscritto nelle liste elettorali, perdita del diritto di voto) è fondamentale per procedere alla formazione dell’elenco degli elettori all’estero e garantire ai connazionali il regolare esercizio del diritto di voto. La mancanza o l’omesso aggiornamento di tale informazione, in caso di consultazioni elettorali, comporta per i Comuni lo svolgimento di un ulteriore adempimento consistente nella predisposizione di elenchi aggiuntivi.

Nel caso in cui ci siano cittadini iscritti in A.I.R.E.  sprovvisti di codice fiscale, occorre procedere all’attribuzione dello stesso, utilizzando i servizi ANPR.