Genitore comunitario di minore italiano

Ci si pone spesso il dubbio se sia possibile procedere all’iscrizione anagrafica del genitore comunitario di minore italiano, privo dei requisiti autonomi per il soggiorno in Italia.

Nel caso specifico il cittadino dell’unione europea in questione ha diritto al soggiorno ed al rilascio dell’attestato di regolarità del soggiorno in quanto genitore di minore italiano.

Il Decreto Legislativo n. 30/2007 non prevede questa casistica, ma il Ministero dell’Interno si è espresso più volte in questo senso, in considerazione del principio costituzionale che tutela l’unità familiare (art. 29 Cost.). Pertanto il cittadino stesso può legittimamente soggiornare in Italia a prescindere dal possesso dei requisiti di soggiorno previsti dal d.lgs. n. 30/2007.

Tale soluzione è coerente con la disciplina del diritto di soggiorno dei cittadini di Paesi non appartenenti all’Unione europea, contenuta dal d.lgs. n. 286/98, che individua nella presenza del legame familiare con il cittadino italiano una delle condizioni d’inespellibilità dello straniero, consentendone il soggiorno sul territorio nazionale. Una diversa soluzione darebbe luogo ad una disparità di trattamento del cittadino comunitario rispetto a quello extracomunitario.

Questa impostazione è confermata anche dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea